IL DCE
Il distretto culturale evoluto di Pesaro, Gradara e Gabicce Mare si presenta: partner, obiettivi, assi operativi e interventi per aderire al progetto regionale che propone la cultura come volano di sviluppo dell’economia.

Il Comune di Pesaro presenta il suo progetto di Distretto Culturale Evoluto (DCE) che conta tra i partner pubblici anche i Comuni di Gradara e Gabicce Mare con l’Ente Parco Naturale del San Bartolo; il coinvolgimento di queste realtà indica la precisa intenzione di allargarsi oltre i confini della città verso Nord, per includere un territorio più ‘ampio’ ma segnato da un tratto comune: l’essere connotato da un contesto di accoglienza di grande qualità che ha bisogno però di essere meglio valorizzato e dotato di un sistema integrato di comunicazione. Input di partenza del progetto sono gli eventi culturali.

Si è partiti dunque dalla specificità culturale di Pesaro e del suo comprensorio, che consiste nell’esistenza ormai consolidata di eventi/festival diversi (il Rossini Opera Festival su tutti). Il progetto muove da due assunti di base: eventi e festival sono strutturali al territorio e parte integrante della sua identità; eventi e festival rappresentano il modo democratico per eccellenza di accesso alla cultura e alla conoscenza. Gli eventi culturali vengono così considerati come attivatori/acceleratori di iniziative di sviluppo territoriale per: attivare/potenziare un sistema integrato di servizi culturali e creativi operativi tutto l’anno, a vantaggio di chi promuove e di chi fruisce cultura; creare un ‘marchio di qualità’ di Pesaro e del comprensorio individuato; migliorare l’esperienza dei visitatori e fidelizzarli al territorio; dare forma ad una rete di fornitori/aziende locali appartenenti a diversi settori produttivi in grado di specializzarsi in ambito culturale.